30 maggio 2016

Piazza Repubblica e dintorni

Sede:
Via Camandona 9/A – Cascine Vica – tel. 011.9591709

Territorio:
Area compresa tra corso Francia, Tangenziale, corso Einaudi, via S.Paolo

Strutture gestite:
Centro d’incontro comunale don Puglisi, via Camandona 9/A

Impianti sportivi:
– Campetto polisportivo nei giardini don Puglisi di via Camandona – Campetto polisportivo e campi da tennis in corso IV Novembre 70 – Pista di pattinaggio in via Ticino

Scuole:
Materna “Andersen” di via Ticino 20

Mercati:
in Piazza Repubblica al giovedì

Presidente:
Lombardo Giuseppe

 

CONTATTI:

Sito internet: www.cascinevica.com

e-mail: quartiere.piazzarepubblica@comune.rivoli.to.it

tel. 011.9591709

STORIA E ATTIVITA’:
Il Comitato si è costituito il 15 settembre 1995 con l’intento di valorizzare le istanze presenti nel suo territorio, mirate a migliorare, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, la qualità della vita dei cittadini.

La sede del Comitato, trovò definitiva sistemazione nel Centro d’Incontro comunale di via Camandona/A, assegnatogli in gestione dall’Amministrazione comunale, che è stato inaugurato il 20 settembre 1997 intitolandolo a don Giuseppe Puglisi, primo prete ucciso dalla mafia nel 1993.

Da quel momento il Comitato, ha svolto una proficua attività creando idonei ed efficienti servizi per le esigenze culturali, ricreative e motorie dei cittadini, anche confrontandosi periodicamente con l’Amministrazione comunale e cittadini del quartiere sui vari problemi e servizi che interessano la cittadinanza, come quelli riguardanti la viabilità, i lavori stradali, la sicurezza nel territorio, la raccolta rifiuti, il piano regolatore e quello urbano del traffico.

Il Comitato si è anche dotato di un sito internet (www.cascinevica.com) per informare della propria attività i cittadini e per raccogliere segnalazioni e richieste da questi inoltrate.

Numerose sono state negli anni le iniziative di particolare interesse per i cittadini, non solo del quartiere ma di tutta la città di Rivoli che ancor oggi vengono riproposte.
Basti ricordare l’annuale mostra “L’hobbistica sotto l’albero di Natale” e i momenti di festa mirati come il Carnevale dei Bambini, la Festa della donna, il concerto di Natale, il veglione di Capodanno, organizzati anche a scopo benefico.
Da non dimenticare la Festa del quartiere denominata “Festagrande”: ogni anno si svolge per i due giorni dell’ultimo week-end di giugno in via Camandona.

IL CENTRO DI INCONTRO “Don Giuseppe Puglisi”:
Il Centro d’Incontro ospita gran parte dell’attività del Comitato e viene quotidianamente frequentato da anziani e giovani che si dedicano ai giochi da tavolo; ospita un gruppo di scacchisti e vi si svolgono attività di svago come scuole di ballo e serate danzanti, il torneo annuale di pinnacolo nonché iniziative per le scuole e per famiglie, come quella denominata “Bambini al centro”, dove mamme e bambini si incontrano settimanalmente per uno scambio di esperienze familiari.

Nel centro hanno anche sede:

  • il Coordinamento dei comitati di quartiere di Rivoli,
  • il Comitato Utenti del Riscaldamento
  • e associazioni come Legambiente, Rivolley.

Vi vengono inoltre svolti corsi di scacchi della UniTre e corsi di ginnastica per anziani dell’UISP, oltre a periodiche iniziative di altre associazioni come il SEA- Servizio Emergenza Anziani e Polvere di Luna nonché incontri organizzati dagli assessorati alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Rivoli.

Per l’organizzazione delle attività e per il funzionamento del Centro d’Incontro il Comitato, composto da 40 membri, si avvale del prezioso lavoro di alcuni volontari che fanno capo ad un consiglio direttivo eletto ogni tre anni dai cittadini del quartiere e che è attualmente composto dal Presidente Lombardo Giuseppe, dai Vice-presidenti Giovanni Bortolussi e Graziano Poletti, dalla Segretaria Gemma Gavi, dal Tesoriere Piercarlo Negri nonché i consiglieri Rita Roccati, Simone Nicotra, Leonarda Ponzio, Clara Troìa, Barbara Tubaldo e Vittorino Zanellato.
Il Direttivo si è altresì integrato nominando quali membri cooptati in base all’art. 7 dello Statuto: Vito Antonio Colapinto e Pietro De Martinis