Anagrafe/demografici

Questa sezione è dedicata ai servizi Anagrafe/demografici offerti dal Comune di Rivoli ai cittadini e alle imprese del territorio.

Presso lo sportello sono erogati i seguenti servizi:

Richiesta certificati on line – sospensione momentanea del servizio

sospensione momentanea relativa alle richieste di certificazioni on line – via mail

(27/02/2019)

I cittadini residenti possono richiedere on line i certificati anagrafici uso sportivo e i certificati di stato civile compilando l’apposito form.

Attualmente si possono richiedere i seguenti certificati:
• CERTIFICATO DI MATRIMONIO
• CERTIFICATO DI MORTE
• CERTIFICATO DI NASCITA
• CERTIFICATO DI NASCITA CON PATERNITA’
• ESTRATTO DI MATRIMONIO
• ESTRATTO DI MATRIMONIO INTERNAZIONE (PLURILINGUE)
• ESTRATTO DI MORTE
• ESTRATTO DI MORTE CON PAT./MAT.
• ESTRATTO DI MORTE INTERNAZIONE (PLURILINGUE)
• ESTRATTO DI NASCITA
• ESTRATTO DI NASCITA CON PATERNITA’
• ESTRATTO DI NASCITA INTERNAZIONE (PLURILINGUE)
• CERTIFICATO CONTESTUALE RESIDENZA/STATO FAM (uso società sportive – per il ritiro è necessario presentare la richiesta della società sportiva e pagare i diritti di segreteria di € 0,26)

Il ritiro potrà avvenire da parte del richiedente, munito di documento d’identità, presso il bancone informazioni dello sportello polifunzionale a partire dal terzo giorno lavorativo dalla data della richiesta e nel seguente orario:

dal lunedì al giovedì 8:30 – 16:00

venerdì 8:30 – 12:00

 


RILASCIO CERTIFICAZIONI ANAGRAFICHE

RILASCIO CERTIFICAZIONE ANAGRAFICA.
In generale tutti i certificati che vengono rilasciati dalla Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono soggetti all’imposta di EURO 16,00 qualora rilasciati dalla PA per uso privato quindi se richiesto da banche, posta, assicurazioni ecc.
Fanno eccezione i certificati gratuiti di nascita, matrimonio e morte non soggetti a marca da bollo e dei certificati anagrafici emessi per esclusivo utilizzo nell’ambito di procedimenti giurisdizionali in materie per le quali vige l’esenzione del bollo.
ATTENZIONE:
Per poter verificare se il certificato rientra nella tipologia di quelli esenti da imposta, si prega di consultare preventivamente il Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642 o il sito istituzionale del Comune di Rivoli alla sezione Sportello Polifunzionale/ Rilascio certificazioni anagrafiche.
Inoltre, si ricorda che il bollo e gli eventuali diritti di segreteria sono fissati all’origine su tutti i certificati anagrafici, autentiche di firme e copia di autentiche di firme.
Dal momento che la legge prevede in taluni casi l’esenzione di tali costi, è sempre bene prima di recarsi presso gli sportelli verificare prima se la certificazione richiesta è esente dall’imposta di imposta, solo in questo caso, il certificato viene rilasciato su carta libera.
Importante: E’ bene ricordare di specificare sempre all’operatore dello sportello l’uso che si deve fare del certificato.

Documenti esenti da bollo

Certificati anagrafici ad uso notifica di atti giudiziari esenti da bollo

Carte d’Identità Elettroniche (C.I.E.) – Informazioni e nuovo orario

Il Comune di Rivoli è abilitato al rilascio della Carta d’identità elettronica (CIE)

La nuova Carta d’identità elettronica è tecnologicamente evoluta e difficilmente falsificabile; pertanto il Ministero dell’Interno, seguendo gli impegni con l’Unione Europea, ha imposto ai Comuni il rilascio esclusivo del documento digitale.

Di seguito un breve promemoria ad uso dei cittadini.

Il documento ha validità di 10 anni dalla data di rilascio per i maggiorenni e costa €22,00 da pagarsi tramite POS oppure pagamento in contanti presso la Tesoreria Istituto San Paolo di Rivoli con causale “pagamento CIE a nome di ….”

Si precisa che:

– le carte d’identità cartacee o quelle elettroniche già in possesso dei cittadini continueranno ad aver validità sino alla loro naturale scadenza;

– il cambio di residenza o dell’indirizzo non comportano la sostituzione e/o l’aggiornamento della carta d’identità che continua ad avere validità fino alla naturale scadenza ;

– la richiesta di una nuova carta d’identità, può essere presentata a partire da 6 mesi prima della data di scadenza di quella in corso di validità;

– la richiesta di una nuova carta d’identità, anche prima di 6 mesi dalla data di scadenza, può essere chiesta in caso di furto, smarrimento o deterioramento o variazione dati.

L’interessato si deve presentare di persona allo Sportello Polifunzionale munito di:

– carta di identità scaduta, in scadenza o deteriorata, che sarà ritirata e distrutta nell’immediato;

– fototessera recente, a colori con sfondo bianco, come da linee guida del Ministero dell’Interno per il rilascio del passaporto, questa potrà essere cartacea o digitale; qualità delle fotografie

– codice fiscale

Si consiglia, prima di presentarsi allo Sportello Polifunzionale, di verificare che le proprie generalità riportate nel codice fiscale e quelle indicate nella carta d’identità in possesso siano le stesse. In caso di difformità è necessario contattare preventivamente lo Sportello Polifunzionale.

A seguito di furto o smarrimento del documento precedente è necessario portare presso gli sportelli anche la denuncia presso le autorità competenti.

Se il richiedente il documento di identità non è in possesso della carta d’identità scaduta o in scadenza e non ha altro documento di riconoscimento è altresì necessario prendere accordi con lo Sportello Polifunzionale per il riconoscimento.

L’operatore di sportello compila la richiesta, acquisiti tutti i dati, la foto, le impronte digitali e la firma del cittadino. La richiesta viene poi inviata telematicamente al Ministero che si occupa della produzione e dell’invio della CIE all’indirizzo indicato o presso gli Uffici comunali, attraverso l’Istituto Poligrafico della Zecca di Stato entro sei giorni lavorativi.

Per i cittadini minorenni per il rilascio della Carta valida per l’espatrio è richiesta la presenza di entrambi i genitori per esprimere l’assenso. Se uno dei genitori non può recarsi in Comune per l’assenso, può inviare via email o consegnare all’altro genitore l’apposito modello e la fotocopia della propria carta d’identità. SI RICORDA CHE E’ RICHIESTA LA PRESENZA DEL MINORE.

All’atto della richiesta di emissione della carta di identità elettronica, il cittadino può esprimere il consenso/diniego alla donazione degli organi, così facendo verrà automaticamente inserito nell’apposito registro dei donatori. Se invece si hanno dei dubbi o si necessita di altro tempo per pensarci, la scelta per la donazione degli organi potrà essere fatta in un secondo momento rivolgendosi direttamente all’ASL.

Si invitano tutti i cittadini a verificare la scadenza del proprio documento di identità provvedendo per tempo a richiedere il nuovo rilascio, perché non sarà più possibile rilasciare la carta d’identità cartacea se non per gravi, conclamate e documentate esigenze di viaggio, salute, concorso e gare pubbliche così come indicato nella Circolare ministeriali n. 4/17.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito http://www.cartaidentita.interno.gov.it oppure rivolgersi allo Sportello Polifunzionale.

ORARI PER RILASCIO CARTA IDENTITA’ ELETTRONICA:

DAL LUNEDI’ AL GIOVEDI’ 8:30 – 15:00

VENERDI’ 8:30 – 12:00

Il ritiro della Carta di identità, muniti della ricevuta rilasciata dall’operatore, sarà disponibile dal lunedì al giovedì dalle ore 13.30 alle ore 15.30

CAMBIO DI RESIDENZA

Al solo fine di ridurre i tempi di attesa degli utenti presso lo Sportello Polifunzionale, si comunica che le dichiarazioni di cambio di residenza potranno essere presentate ESCLUSIVAMENTE SU PRENOTAZIONE utilizzando “prenota il tuo appuntamento” sulla home page del sito istituzionale www.comune.rivoli.to.it

ATTENZIONE: la dichiarazione di residenza deve essere resa nel termine di 20 giorni dalla data in cui il nucleo si è effettivamente trasferito nella nuova unità abitativa (art. 13 , c.2 DPR 223/89)

E’ necessario presentare la dichiarazione (scaricabile dal sito alla pagina “Sportello polifunzionale” – “Modulistica” o ritirabile presso il Bancone Informazioni), debitamente sottoscritta da tutti i membri di maggiore età componenti il nucleo, allegando copia della seguente documentazione:

o  Documento di riconoscimento in corso di validità

o  Codice fiscale

o  Patente (necessaria per comunicare alla Motorizzazione Civile il cambio di residenza)

o  Targa veicoli di proprietà (necessaria per comunicare alla Motorizzazione Civile il cambio di residenza)

o  Titolo di occupazione dell’immobile (ad esempio: proprietà; contratto di locazione; comodato d’uso; dichiarazione ospitalità ecc.)

o  Dati catastali se proprietari dell’immobile o nome e cognome e indirizzo del proprietario se immobili locati, in comodato d’uso o altro

E’, inoltre, obbligatorio comunicare all’operatore l’indirizzo completo dell’immobile, incluso il numero di interno posto sulla porta.

Per i cambi che hanno ad oggetto immobili ATC si consiglia di contattare telefonicamente gli operatori di sportello al fine di concordare la documentazione necessaria da allegare alla dichiarazione (tel. 011 951.1917/1914/1915/1924/1920/1954).

I cittadini extracomunitari dovranno allegare, inoltre, copia della documentazione prevista dall’allegato “A” del decreto legge 9 febbraio 2012 n° 5, art. 5, convertito in legge 4 aprile 2012 n 35:

• permesso di soggiorno in corso di validità o richiesta rinnovo permesso di soggiorno;

• passaporto in corso di validità fotocopiato in tutte le sue parti ovvero ricevuta di richiesta di rinnnovo di passaporto;

• in caso di provenienza da altro comune è sufficiente documento d’identità.

I cittadini stranieri comunitari dovranno allegare, inoltre, copia della documentazione prevista dall’allegato “B” del decreto legge 9 febbraio 2012 n° 5, art. 5, convertito in legge 4 aprile 2012 n 35:

• documento d’identità straniero (carta d’identità o passaporto)

• eventuale carta d’identità italiana, qualora già residente in altro comune.

Nel caso di trasferimento di minori con un solo genitore è obbligatorio indicare all’operatore di sportello e al punto 6) della dichiarazione, per le comunicazioni previste ex lege: nome, cognome e indirizzo del genitore che non trasferisce la residenza o di entrambi i genitori se il minore si trasferisce da solo; in caso contrario è obbligatorio dichiarare al medesimo punto di non essere a conoscenza delle informazioni richieste ovvero di aver informato l’altro genitore o entrambi i genitori del trasferimento del minore.

Le collaboratrici domestiche e/ le badanti devono allegare alla dichiarazione anche copia del contratto di lavoro che costituisce titolo di occupazione dell’immobile.

Si avvisa fin da ora che non sarà possibile procedere con il ritiro delle dichiarazioni incomplete e/o non sottoscritte e/o indebitamente compilate e/o in assenza della documentazione richiesta.

Tessera elettorale

Duplicato della tessera elettorale

La richiesta di duplicato può essere fatta in seguito a smarrimento o furto. Nel secondo caso il cittadino deve esibire anche la denuncia di furto. Nel caso in cui la vecchia tessera fosse completa o deteriorata, per avere il duplicato, il cittadino deve anche restituire la tessera vecchia. Quando tutta la documentazione è a posto l’operatore stampa il duplicato della tessera, inserisce i dati nel data base, compila il registro dei duplicati (nel quale il cittadino firma sia per l’avvenuto ritiro della nuova tessera che l’eventuale dichiarazione di smarrimento della vecchia tessera) e consegna la tessera al cittadino.

Sportello Polifunzionale – C.so Francia n. 98, Rivoli
Orario:
da lun. a giov. 08:30 – 16:00
ven. 08:30 – 12:30

  • Lo Sportello Polifunzionale è aperto al pubblico nei seguenti orari:
    Dal lunedì al giovedì 8.30-16.00
    Venerdì 8.30-12.30

    Telefono: 0119511911 – 1912
    Numero verde: 800 807 005

Avvisi

Parte il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Parte il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Partirà ad ottobre 2019 la seconda rilevazione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. L’Istituto Nazionale di Statistica effettua il Censimento con cadenza annuale e non più decennale, coinvolgendo ogni anno solo un campione e non più tutte le famiglie, ciò al fine di rendere continue e tempestive le informazioni sulle principali caratteristiche socio-economiche del Paese, con abbassamento dei relativi costi. L’Istat chiede, pertanto, la collaborazione di tutte le famiglie, ricordando altresì che la partecipazione al Censimento è un obbligo di legge e che la violazione di tale obbligo sarà sanzionata ai sensi degli artt.7 e 11 del decreto legislativo n. 322/1989 e del DPR 20 maggio 2019 (sanzione amministrativa pecuniaria). Le operazioni censuarie si svolgeranno dal 10 ottobre al 20 dicembre 2019, prevederanno una rilevazione “porta a porta” condotta da rilevatori incaricati, che si recheranno presso le famiglie campione per effettuare le interviste, ed una rilevazione tramite compilazione di questionari on-line …