Auguri a tutte le Mamme

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE AUGURA A TUTTI VOI E SOPRATTUTTO A TUTTE LE MAMME UNA BUONA FESTA!

Il Vicesindaco Laura Adduce ha dichiarato: “Oggi è un giorno di festa, di gioia, di vita.
Si celebra una figura straordinaria, un pilastro fondamentale nella vita di tutti noi, nella propria famiglia e nell’intera società. Si festeggia la mamma.
Ognuno di noi ha un legame profondissimo con questa figura, che ci unisce, già prima della nascita, dal suo grembo.
Questa donna che dà luce, vita ed è sempre presente in tutte le fasi della nostra esistenza. Intendo, in questa giornata, fare gli auguri più sinceri a tutte le mamme del mondo, alle mamme della mia, della nostra splendida città, Rivoli.
Credo che fare la mamma, sia un mestiere difficilissimo, essere la colonna portante della famiglia.
A voi dico… abbiate sempre forza, coraggio e speranza. Non arrendetevi mai.
Alle giovani mamme che si trovano ad iniziare questo meraviglioso percorso di vita, alle mamme che vivono la forte preoccupazione dei figli disoccupati, appesi ad un filo di speranza a causa dell’incertezza del futuro, alle mamme che vivono i propri figli a distanza, perché a causa di quell’incertezza del futuro nominata pocanzi, i figli si sono visti costretti a trovare lavoro fuori da questo bellissimo Paese… alle mamme più anziane, che continuano ad essere per i figli un porto sicuro, una certezza, a loro che sono molto di più, “sono mamme più volte”, con i propri figli e con i propri nipoti…
Alle mamme lavoratrici, alle mamme a tempo pieno, a voi che arrivate a casa la sera esauste, ma date tutte voi stesse per il bene della famiglia.
Insomma a tutte voi dico, auguri, questa è la vostra giornata.
Vi meritate di essere celebrate ogni santo giorno, si, perché come ho detto prima, voi siete luce, voi date la luce.
Voglio concludere con una riflessione.
Voglio dedicare un pensiero a tutte quelle mamme che purtroppo non ci sono più.
Non ci sono più per vari motivi… per malattia, per femminicidio, per infortuni mortali sul proprio posto di lavoro.
Si, siamo nel 2021 e ci ritroviamo ancora qui, a parlare di mamme che hanno perso la vita per mano di violenze, soprusi e per poca sicurezza sul posto di lavoro.
No, non si può più morire così. E’ notizia di pochi giorni fa…. Luana D’Orazio, ha perso la vita a 22 anni impigliata nel rullo del macchinario aziendale.
Ha lasciato un bambino di 5 anni, ha lasciato la sua famiglia, ha lasciato il mondo così.
Le misure di prevenzione, di sicurezza sul posto di lavoro, non devono essere considerati un costo. Bisogna investire sul futuro, investire su posti di lavoro dignitosi e soprattutto sicuri.
Non possono esserci più altre “Luana”, no, nel 2021 non si può più”.