Carta solidale per acquisti di beni di prima necessità – L’INPS ha inviato ai Comuni gli elenchi dei beneficiari

carta solidale

La Carta solidale è una carta di pagamento elettronica nominale prepagata del valore di 382,5 euro rilasciata tramite Poste Italiane ai beneficiari individuati da INPS tra le famiglie residenti con ISEE Ordinario, in corso di validità, con indicatore non superiore ai 15.000,00 euro annui.

I CITTADINI NON DEVONO INVIARE ALCUNA DOMANDA: i nominativi dei beneficiari individuati da INPS, sono stati inviati al Comune, che li contatterà a mezzo lettera ordinaria con la quale verranno fornite le modalità di ritiro della carta presso l’ufficio postale.

NB: il Comune non è autorizzato a fornire telefonicamente i nominativi dei beneficiari.

La “Carta risparmio spesa” può essere usata solo per acquistare beni alimentari di prima necessità con l’esclusione di bevande alcoliche di qualsiasi tipo presso gli esercizi commerciali che aderiscono ad un’apposita convenzione per il contenimento dei prezzi dei beni in questione.

A seguire la lista dei beni acquistabili con la card: 

CARTA RISPARMIO SPESA – COSA SI POTRA’ COMPRARE

I Comuni ricevono dall’INPS l’elenco di tutti i nuclei di beneficiari in base alle DSU presentate, seguendo il seguente ordine di priorità decrescente:
– nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2009, priorità è data ai nuclei con indicatore ISEE più basso;
– nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2005, priorità è data ai nuclei con indicatore ISEE più basso;
– nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, priorità è data ai nuclei con indicatore ISEE più basso.

Sulla base di questi parametri, le card solidali assegnate dall’INPS per la Città di Rivoli su una platea di 2098 soggetti, sono 523.

Il contributo non spetta ai nuclei familiari che includano titolari di: Reddito di Cittadinanza, Reddito di inclusione, qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà.
Non spetta, inoltre, ai nuclei familiari nei quali almeno un componente sia percettore di:
Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego – NASPI e Indennità mensile di disoccupazione per i collaboratori – DIS-COLL; Indennità di mobilità; Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito; Cassa integrazione guadagni-CIG; qualsivoglia differente forma di integrazione salariale o di sostegno nel caso di disoccupazione involontaria, erogata dallo Stato.

 

Per approfondimenti https://www.inps.it/it/it/inps-comunica/notizie/dettaglio-news-page.news.2023.05.carta-solidale-per-acquisti-di-beni-di-prima-necessit-istruzioni.html

 

RIFERIMENTI NORMATIVI
Testo integrale (Pdf 1 Mb) della Legge di Bilancio 2023 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.303 del 29-12-2022 – Supplemento Ordinario n. 43;
Decreto 18 aprile 2023 (Pdf 97 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.110 del 12-05-2023 – Criteri di individuazione dei nuclei familiari in stato di bisogno;
Decreto interministeriale MASAF-MEF 19 aprile 2023 (575.53 KB) – Allegato 1 (79.45 KB)
Allegato 2 (5.25 MB) – individuazione beneficiari del beneficio;
Messaggio n. 1958 del 26-05-2023 (Pdf 85 Kb) – indicazioni operative INPS su carta solidale per acquisti di beni di prima necessità;
Messaggio INPS n. 2188 del 13-06-2023 (Pdf 86 Kb) – istruzioni INPS per i Comuni.