Commercio su aree pubbliche – Regolarità contributiva e fiscale degli operatori per gli anni 2014/2015/2016/2017/2018 (V.A.R.A. 2021)

Come è ormai noto agli operatori del settore, la Regione Piemonte, con provvedimento del 26/7/2010 (Deliberazione di Giunta nr. 20-380 del 26/7/2010), ha istituito l’obbligo per tutti coloro che esercitano il commercio su area pubblica di dimostrare, con cadenza annuale, la propria regolarità fiscale (comprovata dalla regolare presentazione del modello UNICO di dichiarazione dei redditi, salvi i casi di esenzione) e contributiva (comprovata dal regolare pagamento dei contributi INPS e, se dovuti, INAIL, salvi i casi di esenzione). Ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale n. 10-8575 del 22/03/2019 per l’anno 2021 la regolarità contributiva e fiscale che ciascuno deve dimostrare è riferita agli anni 2014/2015/2016/2017/2018; ciò significa che l’operatore deve attestare la presentazione del modello UNICO negli anni 2016/2017/2018/2019/2020, riferito ai redditi conseguiti negli anni 2014/2015/2016/2017/2018, e di aver effettuato il versamento di tutti i contributi previdenziali dovuti per gli anni 2014/ 2015/2016/2017/2018.

Si ricorda pertanto agli operatori del commercio su aree pubbliche che la documentazione deve essere presentata entro il 28 Febbraio 2021 e il Comune provvederà al rilascio o al rinnovo dell’attestato entro il 30 Aprile, salva la possibilità di proroghe stabilite dalla Regione Piemonte.

Documentazione da produrre: l’ufficio non può più ricevere certificazioni rilasciate da altri enti, in quanto il cittadino ha la possibilità di attestare attraverso l’autocertificazione, sotto la propria responsabilità penale, ogni situazione amministrativa che lo riguarda. A questo scopo l’Ufficio ha predisposto un modello, allegato al presente avviso, che deve essere compilato in ogni sua parte dall’operatore che fa richiesta del VARA. Perché l’autocertificazione sia valida è obbligatorio allegare fotocopia di un documento di identità valido. Gli operatori che sono in possesso di VARA rilasciato negli anni precedenti devono allegarlo, ai fini dell’annotazione sullo stesso del rinnovo per l’anno 2021.

N.B. La documentazione deve essere prodotta direttamente all’Ufficio Protocollo comunale, l’accesso allo sportello e’ consentito esclusivamente agli utenti con appuntamento. Per prenotare è possibile telefonare ai numeri: 011/9511910 – 1912 – 1913 – dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 16.00 – il venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

Come è noto l’operatore che abbia autorizzazioni di più comuni ha l’obbligo di comprovare la regolarità contributiva e fiscale presso uno solo dei predetti Comuni, a sua scelta, fermo rimanendo che ogni Comune può rinnovare la validità esclusivamente dei VARA che ha direttamente rilasciato(e non di quelli rilasciati da altri Comuni!). Nel caso in cui ci si avvalga di questa possibilità accordata dalla normativa si prega di dare notizia all’Ufficio Commercio di aver richiesto/ottenuto il VARA (per nuovo rilascio o rinnovo) presso un altro Comune mediante la compilazione dell’apposita casella contenuta nell’autocertificazione.

Solamente se si ricade in questa ipotesi é obbligatoria la trasmissione dell’autocertificazione tramite PEC all’indirizzo: comune.rivoli.to@legalmail.it

Infine, nel caso di impresa ammessa al pagamento in forma rateale del debito contributivo occorre utilizzare il modello specifico, allegato al presente avviso.

IN SINTESI: Chi è tenuto a richiedere il V.A.R.A. o il rinnovo dello stesso: tutti coloro che hanno iniziato l’attività di commercio su area pubblica entro il 28/02/2021. Chiaramente i nuovi operatori, cioè coloro che hanno iniziato l’attività nel periodo compreso tra il 01/01/2019 e il 28/02/2021, sono tenuti ad attestare esclusivamente la regolare iscrizione allaC.C.I.A.A., all’I.N.P.S. e all’INAIL (se dovuta) utilizzando l’apposito modulo che per comodità siallega al presente avviso. Coloro che hanno iniziato l’attività dopo il 28/02/2021 dovranno chiedere il VARA non appena avranno effettuato la regolare iscrizione alla C.C.I.A.A., all’I.N.P.S. e all’INAIL (se dovuta), ai fini del rinnovo delle concessioni dodecennali.

Che cosa si rischia in caso di inadempienza: coloro che non attestano la regolarità contributiva e fiscale entro la data prevista (28 Febbraio) incorrono nella revoca dell’autorizzazione; la revoca a titolo definitivo è preceduta dalla sospensione per un massimo di 180 giorni, entro i quali l’operatore dovrà regolarizzare la propria posizione. A partire dal mese di Marzo l’ufficio avvierà il procedimento di sospensione dell’autorizzazione di coloro che non abbiano dimostrato la propria regolarità presentando l’autocertificazione. Si ricorda che il V.A.R.A. è parte integrante dell’autorizzazione e deve essere conservato dall’operatore per i controlli amministrativi sui luoghi di esercizio dell’attività. Si rammenta altresì che il mancato rinnovo del VARA costituisce causa di mancato rinnovo della concessione dodecennale del posteggio per la tipologia “A.

Per ogni informazione aggiuntiva si invita a prendere contatto con l’ufficio Commercio (tel. 0119511.885 – 884) solo ed esclusivamente nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16.00– venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00

SERVIZIO COMMERCIO

MODULI:

Modello dichiarazione sostituzione notorietà per rilascio VARA 2021 – inizio attività tra 01/01/2019 e 28/02/2021

Modello dichiarazione sostitutiva notorietà per rilascio VARA 2021 – Rateazione

Modello dichiarazione sostitutiva notorietà per rilascio VARA 2021