È iniziata la FASE 2 come previsto dal DPCM 26 APRILE 2020 e al DPGR 30 APRILE 2020

  • Sono riaperti i PARCHI e i GIARDINI PUBBLICI ma per il momento resteranno chiuse le aree gioco dei bambini. Rimangono severamente vietati gli assembramenti e la Polizia Locale controllerà in modo scrupoloso.
    Nei parchi sarà consentito svolgere INDIVIDUALMENTE o con un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.
  • È riaperto il CIMITERO e rimangono sospese le cerimonie civili e religiose ma saranno consentiti i funerali con l’esclusiva partecipazione dei congiunti, in ogni caso con un massimo di 15 persone presenti e da svolgersi preferibilmente all’aperto.
  • Riaprono le librerie, negozi per vestiti per bambini e neonati.
    Potranno riaprire le attività produttive, economiche e le attività professionali sulla base dei codici ateco autorizzati dal decreto.
  • Il DPCR consente l’attività di RISTORAZIONE DA ASPORTO, per poterla svolgere è sufficiente mandare una comunicazione a commercio@comune.rivoli.to.it.
    Il cliente dovrà rimanere in attesa dell’ingresso, la distanza minima in coda deve essere di 2 mt. Il ritiro dei prodotti ordinati deve avvenire per appuntamenti dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all’esterno, e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna.
    È consentito l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista la consegna al cliente direttamente dal veicolo.
    L’orario sarà dalle 6 alle 21.
    In caso di inadempienza da parte delle singole attività di una delle richiamate prescrizioni, il Sindaco può provvedere a revocarne immediatamente l’autorizzazione.
    E’ obbligatorio l’uso delle MASCHERINE nei luoghi chiusi ed accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.
  • I SERVIZI COMUNALI continuano ad essere gestiti in presenza solo per le attivita’ urgenti e indifferibili in quanto la modalita’ di lavoro della Pubblica Amministrazione continua laddove possibile un’operatività di lavoro agile.
  • Il TRASPORTO PUBBLICO sarà riprogrammato dalla Regione Piemonte per evitare sovraffollamento dei mezzi di trasporto.

Rimangono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità oppure per motivi di salute.
Con il nuovo Decreto si considerano necessari anche gli spostamenti per incontrare congiunti, purché venga rispettato il divieto di assembramento, le regole sul distanziamento e vengano utilizzate le mascherine.
Permane il divieto di spostamento da una regione ad un’altra salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, oppure per motivi di salute.
E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Rimangono chiusi cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, discoteche.
Rimangono chiuse scuole, nidi, biblioteche e musei.
Rimangono chiuse palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, centri culturali, sociali e ricreativi.

Decreto n. 50 Regione Piemonte del 2 maggio 2020

http://www.governo.it/it/faq-fasedue