Una nuova delibera economica a sostegno delle iniziative imprenditoriali rivolesi

Una NUOVA DELIBERA definita “Rivoli aiuta Rivoli” proposta dall’Assessore al Commercio, Artigianato e Industria Paolo Dabbene è stata approvata dalla Giunta comunale per l’erogazione di contributi in favore di nuove idee imprenditoriali in relazione all’attuale congiuntura di forte crisi economica causata dagli effetti della pandemia da Covid – 19 in corso.

L’Amministrazione Comunale di Rivoli ha stanziato 44.000 euro per sostenere lo sviluppo economico locale, attraverso l’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI a fondo perduto in favore di nuove idee imprenditoriali, allo scopo di valorizzare le competenze e far emergere talenti e passioni per fare impresa e di fornire una nuova opportunità di inserimento nel modo del lavoro, offrendo orientamento e accompagnamento a idee potenzialmente valide che necessitino di una guida per essere avviate.

In seguito alle domande ricevute entro il 31 agosto 2020 verrà assegnato il contributo a fondo perduto a numero 5 nuove idee imprenditoriali validate dal MIP (Mettersi in Proprio) e numero 6 nuove idee imprenditoriali validate dalle associazioni di categoria. Una commissione tecnica – composta da un referente del MIP, un referente del Patto Territoriale Zona Ovest e un referente dell’Amministrazione comunale di Rivoli con il ruolo di presidente della Commissione, valuterà e formulerà una graduatoria delle domande ammissibili.

I Soggetti beneficiari potranno essere:

A. – Cittadini residenti nel Comune di Rivoli: – che intendono avviare un’attività in forma di impresa con il supporto dei servizi previsti dalla Misura 1 del Programma Mip – Mettersi in proprio:, che dovrà concludersi con la validazione del Business Plan; non saranno ammissibili le idee inerenti attività di lavoro autonomo per le quali è prevista la sola attribuzione della Partita Iva, senza l’iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio; oppure – che abbiano concluso la Misura 1 del Programma Mip con la validazione del Business Plan in data non anteriore al mese di settembre 2019 e non abbiano ancora avviato la loro impresa a causa dell’emergenza sanitaria;

B. – Microimprese, con sede operativa sul territorio di Rivoli, che, a causa della pandemia in corso, intendano avviare (o abbiano avviato a far data dal 1/03/2020) un percorso di ri-modulazione della propria attività imprenditoriale – avvalendosi del supporto strutturato delle competenti associazioni di categoria – tale da generare un nuovo codice ATECO aggiuntivo a quelli già presenti per la propria impresa. Sono espressamente escluse dai benefici di tale avviso pubblico le seguenti attività di impresa che includano anche parzialmente: – sale giochi, sale scommesse, attività di gioco a denaro attraverso apparecchi automatici di cui all’art. 110 comma 6 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza; – attività di intermediazione finanziaria; – attività di compro oro, argento e attività simili; – gli esercizi commerciali della media e grande distribuzione.

I requisiti per accedere al contributo per le nuove idee imprenditoriali dovranno essere sviluppate avvalendosi delle attività di accompagnamento strutturate proposte dal servizio MIP della Città Metropolitana di Torino e dalle associazioni di categoria del territorio, attraverso le quali verrà elaborato un Business Plan/Piano di Rimodulazione; a seguito della validazione del Business Plan (Piano di Rimodulazione) dovrà essere avviata la nuova impresa/il nuovo ramo di attività.

“Consapevoli che i problemi maggiori per il nostro tessuto economico, in modo particolare sul fronte occupazionale, arriveranno a Settembre – dichiara Paolo Dabbene Assessore al Commercio –  stiamo sviluppando molteplici collaborazioni con protocolli di intesa con più enti tra cui la Camera di Commercio , il Centro per l’impiego e la Città Metropolitana. La nostra amministrazione, in collaborazione con le associazioni di categoria del territorio, intende sostenere lo sviluppo economico locale, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore di nuove idee imprenditoriali, allo scopo di valorizzare le competenze e far emergere talenti, fornendo una nuova opportunità di inserimento nel mondo del lavoro, offrendo  orientamento e sostegno a progetti potenzialmente validi che necessitino di una guida per essere avviati”.

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER NUOVE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’IDEA IMPRENDITORIALE

DOMANDA CONTRIBUTO BENEFICIARI A)

DOMANDA CONTRIBUTO BENEFICIARI B)